Eventi & Concorsi

Milano Fashion Week: tutti i trend della kermesse milanese

milano fashion week

Milano Fashion Week: tutti i trend della primavera-estate 2021

Milano affronta la paura del Covid per riprendersi la propria vita. Lo fa con un numero incredibile di eventi-moda che hanno reso la Milano Fashion Week, la settimana milanese dedicata alla moda del 22-28 settembre 2020 una delle più varie, vivaci e interessanti delle sfilate autunnali.

La voglia di ricominciare e di sognare una primavera-estate spettacolare permeano l’intera manifestazione fin dalle primissime battute. E commuove la scelta di Valentino (solitamente stella di Parigi) di dedicarsi invece soltanto alle passerelle milanesi per questa occasione unica. Colore, leggerezza, solarità … insomma vita!

Questo trasmette Milano, e la Lombardia ferita, al resto del mondo.

Vi parliamo qui della Milano Fashion Week di questo primo scorcio di autunno, nelle righe che seguono. Buona lettura dallo staff di Fashionaut!

Colori, stampe, patchwork

Milano esplode in una festa di colori e lo fa con Dolce&Gabbana che, come Valentino, scelgono l’Italia prima che la Francia per tornare a sfilare in grande. Proprio il duo di stilisti siciliani propone, per la prossima primavera-estate, l’esaltazione delle stampe. In questo 2020 le stampe sono state il nuovo trend della moda, nel 2021 lo saranno ancora. Ma col patchwork diventeranno regine assolute del ben vestire.

Abiti, gonne, ma anche cappotti e tuniche … disegni e stampe orientali in un puzzle di perfetta follia.

L’eleganza imperfetta

Sarà invece imperfetta l’eleganza del 2021. La stagione calda che ci aspetta secondo gli stilisti di Milano sarà sicuramente fine e classica ma, come N°21, lo sarà nonostante certi difetti messi addirittura in mostra (cardigan asimmetrici, trasparenze osé).

Neutri che si abbinano ad accessori colorati (Fendi), lunghezze e colori neutri invece per Max Mara, anche se le giacche e i cappotti lunghi si abbineranno perfino alle gonne corte.

Rivoluzione Valentino ed Etro

Valentino rivoluziona anche la propria moda, pur di essere vicino a Milano. Le sfilate avvengono infatti in mezzo alle archeologie industriali della città e i capi pensati per la sera e per l’eleganza notturna si abbinano invece a usi da giorno, da lavoro. La sera si passa a colori stranamente vivaci e alle trasparenze. Rielaborati anche i jeans, grazie alla collaborazione della maison con Levi’s.

Ribelle pure la moda di Etro con modelle deliziosamente “curvy”, completi da donna molto “mascolini” e colori fin troppo sgargianti. E che dire del cardigan con pelliccia su completi mare proposti da Blumarine?

Mondo accessori

E gli accessori alle sfilate di Milano Fashion Week di settembre? 

Le borse classiche e sempre eleganti di Fendi si intrecciano alle nuove idee, colorate in pastello, di Max Mara. Qui le handbag sono rotonde, delicate, forse poco pratiche ma bellissime. 

Le scarpe tornano ad avere punta aguzza e stretta, lacci a caviglia (tipo “schiava“) e colori vivaci. Completano il tutto le stampe – che sì, possono apparire pure sulle scarpe décolleté – e le decorazioni in metallo o floreali.

Blumarine continua a provocare il pensiero standard e propone occhiali alla moda, ma con un eccesso di fiori sulle stanghe! Oppure con il logo in più in bella mostra, scintillante di glitter, sulla fibbia della cintura.

Molto più classica, ma ugualmente affascinante, Alberta Ferretti, che associa collane delicate ai propri abiti estivi.

Etro, da parte sua, rivaluta i cappelli … specie quelli “alla pescatora”, ma colorati e scintillanti come moda desidera.

Questi sono i principali highlights della Milano Fashion Week di quest’edizione. Vi lasciamo alla locandina dell’evento e alla storia della kermesse meneghina che ogni anno ci tiene compagnia.

milano fashion week locandina

Fonte: cameramoda.it

 

Milano Fashion Week: la storia

La storia della settimana della moda a Milano inizia nel 1958 e ad oggi la città meneghina è annoverata tra le Big Four, cioè i quattro eventi ritenuti importanti durante l’anno dedicati alla moda che si svolgono tra Milano, Parigi, Londra e New York.

La settimana della moda di Milano si tiene due volte l’anno, con le sfilate primavera/estate che si tengono a settembre/ottobre di ogni anno, mentre l’evento con le sfilate autunno/inverno si tiene a febbraio/marzo.

Le collezioni mostrate durante le sfilate sono relative alle stagioni successive, e vengono organizzate con largo anticipo in modo da consentire la produzione degli articoli presentati e la loro acquisizione da parte degli addetti ai lavori.

Il programma degli eventi dedicati alla moda iniziano sempre con New York, seguita poi da Londra, Milano e infine Parigi.

Settimana della moda a Milano: prima c’erano gli eventi di Firenze

La settimana della moda italiana deve la sua origine all’aristocratico Giovanni Battista Giorgini, il quale, prendendo spunto da Eleanor Lambert, la prima organizzatrice in assoluto di una fashion week, organizzò una serie di spettacoli a Palazzo Pitti a Firenze. Ma la città non era pronta ad ospitare un evento di tale portata e ci spostò a Milano nel 1975. L’evento moda a Milano addirittura ha preso il posto, come importanza, di Roma, dove negli anni’60 si tenevano gli eventi più importanti dedicati all’alta moda (ancora si tengono ma la loro importanza si è un pochino ridotta col tempo).

A Milano inoltre inizia un nuovo movimento nel panorama della moda: è proprio negli anni ’70, infatti, in concomitanza con la nascita di Milano Fashion Week, che sulle passerelle milanesi nasce il prêt-à-porter.

La settimana della moda di Milano è indetta dalla Camera nazionale della moda italiana, un’organizzazione senza fini di lucro, che disciplina, coordina e promuove lo sviluppo della moda italiana ed è responsabile dell’organizzazione degli eventi legati alla moda di Milano. Dal 2010 l’evento è stato organizzato presso il Fashion Hub.

Gli eventi dedicati alla moda femminile sono il clou della settimana della moda ed in particolar modo “Womenswear”, “Milan SS Women Ready to Wear” e “Milano Moda Donna”.

Gli eventi dedicati invece alla moda maschile sono “Menswear” e “Milano Moda Uomo”.

 

Il nostro post dedicato alla Milano Fashion Week, termina qui. Alla prossima con i post dedicati agli eventi moda di Fashionaut!

 

Please follow and like us: