FASHION Stilisti

Stilisti francesi: i 5 più influenti di sempre

stilisti francesi

Stilisti francesi: i 5 più influenti di sempre secondo Fashionaut

Se ci si domanda quale sia la capitale della moda mondiale, tutti siamo super d’accordo nell’ammettere che sia senza ombra di dubbio la città di Parigi. Nessun’altra infatti incarna alla perfezione il concetto di moda quanto la capitale francese.

Questo importante primato Parigi lo deve ai talenti senza tempo che sono nati e cresciuti sul territorio francese e che hanno fatto la storia della moda. Oggi il nostro post è dedicato ai 5 stilisti francesi più importanti di tutti i tempi, le firme che hanno fatto grande Parigi e la Francia nell’alta moda.

Stilisti francesi: la nostra top 5

1. Coco Chanel

Coco Chanel ha stupito il mondo ancor prima che per il suo enorme talento, per la semplicità e l’umiltà che l’hanno sempre contraddistinta per tutta la vita. Nata nel 1883 nella Loira, Coco giunge sotto le luci della ribalta nei primi anni del ‘900, quando apre il suo primo negozio che vende solo ed esclusivamente cappelli, quello stesso capo che poi la contraddistingue per tutta la carriera.

Solo dopo la fine della Prima Guerra Mondiale, Coco si dedica completamente ai vestiti e da quel momento non smette mai più. I capi firmati Chanel sono subito riconoscibili per la loro evidente personalità.

I capi di Coco erano volontariamente ispirati ai vestiti dei marinai del tempo e ammiccano l’occhio ad una mascolinità mai troppo celata che puntava a dare nuova forza alle donne, non più costrette in casa ma sempre più emancipate ed in grado di badare a se stesse.

2. Christian Dior

Eccoci giunti al momento di un altro grande stilista francese: stiamo parlando di Christian Dior, nato a Granville, Francia il 21 gennaio 1905. I suoi primi passi nel mondo della moda li compie, come vi abbiamo raccontato nella sua biografia integrale, aprendo una galleria d’arte a Parigi dove poi inizia a lavorare come illustratore di moda, e successivamente come assistente, sia per Lucien Lelong che per Robert Piguet.

La “New Look” è la sua prima grande e rivoluzionaria collezione, presentata a metà degli anni ’40 nel suo primo atelier a Parigi. Fin da subito la differenza rispetto alle collezioni di Chanel è evidente: Christian Dior infatti vuole comunicare, attraverso la sua moda, il concetto di una donna romantica e profondamente femminile, e per farlo introduce l’utilizzo di una serie di nuovi tessuti completamente innovativi per il periodo (ci troviamo nel Secondo Dopo-Guerra).

La figura femminile di Christian Dior ha delle spalle estremamente sinuose e leggere, che rievocano la sensualità del corpo femminile. Uno stile ben lontano dalla volontà di accompagnare l’emancipazione femminile, propria di Coco.

3. Yves Saint Laurent

Erede eletto di Coco Chanel e di Christian Dior, Yves Saint Laurent è colui che ne prosegue naturalmente le orme.

Yves Saint Laurent nasce nel 1936 nell’Algeria francese e non ha avuto certo le stesse difficoltà della sua grande maestra Coco. Egli infatti proveniva da una famiglia molto agiata che non fa mai mancare nulla al giovane stilista.

Yves inizia a muovere i suoi primi passi nel mondo della moda proprio con l’aiuto e sotto l’ala protettrice di Dior dal quale però riuscì a discostarsi nello stile, creandone uno tutto suo.

La sua ascesa nell’olimpo della moda francese conosce un violento arresto nel 1960 a causa dell’obbligo che subisce di arruolarsi nell’esercito impegnato nella guerra Guerra d’Algeria.

L’anno lontano lo segnano profondamente e lo allontanano definitivamente dal suo guru Dior, che lo estromette dai suoi uffici. E’ proprio da quel momento in poi che Yves crea così il suo stile.

Apre  la sua casa di moda che in poco tempo riscuote un successo inatteso.

L’abbigliamento proposto da Sain Laurent si rifà molto allo stile ideologico di Chanel: a farla da padrone era infatti l’umiltà dei tessuti e delle forme e l’attinenza alla modernità che lo spinge ad adattare molti abiti tipicamente maschili per un uso e una rivisitazione tutta femminile.

Oggi la maison Yves Sain Laurent non esiste più, o almeno non è più indipendente, essendo stata assorbita da Gucci, che comunque continua ad utilizzarne il logo.

Yves Saint Laurent se n’è andato nel 2008, lasciando in eredità la sua arte che rimarrà per sempre ai posteri.

4. Jean-Paul Gaultier

Arrivando più vicini ai giorni nostri per vedere l’evoluzione dello stile parigino, parliamo di uno degli stilisti francesi più amati degli ultimi 50 anni: Jean-Paul Gaultier.

Nato nel 1952 a Parigi, ad iniziare un giovane Gaultier al mondo della moda è un altro grandissimo dello stile parigino, Pierre Cardin, che vede qualcosa nello stile impreciso e di certo non accademico di Jean-Paul, il quale non aveva infatti intrapreso nessuno studio di settore.

Non ci vuole tanto prima che il giovane inesperto inizia a voler far conoscere il suo personale modo di vedere la moda, tanto che ben presto gli è affibbiato il soprannome di enfant terrible della moda francese.

Il suo stile è variegato, eclettico, comprensivo di stili e di culture differenti, sicuramente lontano dagli schemi più rigidi all’interno dei quali fino a quel momento la moda parigina si era mossa.

Gaultier vanta un palmarés da paura, avendo vestito e accompagnato nelle loro carriere celebrità del mondo della musica del calibro di Marilyn Manson, Kylie Minogue e soprattutto Madonna.

5. Christian Louboutin

Concludiamo il nostro viaggio tra gli stilisti francesi che hanno reso grande Parigi con il Re delle calzature di lusso: Christian Louboutin. Nato nel 1962, inizia la sua carriera di disegnatore di calzature da donna molto presto e altrettanto tempestivamente viene notato proprio da Jean-Paul Gaultier, con il quale inizia una collaborazione vincente che porta alla creazione di outfit completi con l’abbinamento di scarpe e vestiti.

L’elemento distintivo delle calzature firmate Louboutin sono le forme audaci, l’eleganza sconfinata e quel tocco di rosso donato alla suola, la quale rende ogni pezzo unico e difficilmente confondibile con altri.

In pochi anni il brand Louboutin diventa una garanzia di lusso e audacia, iniziando così a curare il look delle celebrità più disparate, come Victoria Beckham, Beyoncé, Christina Aguilera, Madonna e Lady Gaga e di moltissime attrici famose, tra cui Katie Holmes e Sarah Jessica Parker solo per citarne alcune.

Il nostro appuntamento con gli stilisti francesi più influenti di tutti i tempi termina qui. Alla prossima con la moda très chic di Fashionaut!

Lascia un commento