Casa

Documenti necessari per vendere casa: cosa serve?

vendere casa

 

Quali sono i documenti necessari per vendere casa? Ecco alcuni consigli utili per trovare tutti i documenti prima di vendere un appartamento. Ricorda che avere le carte in regola è un modo sicuro per non far invalidare il contratto durante il processo di vendita, evitando così di pagare due volte le spese per il notaio o per l’agenzia immobiliare. Ecco cosa fare anche se gestisci da solo la compravendita. 

Agenzia immobiliare o no?

Sia che tu scelga di farti aiutare da un’agenzia immobiliare, sia che voglia fare le cose per conto tuo e risparmiare quindi sulla percentuale per l’agente, ci sono sempre dei documenti da fare

Se sceglierai un agente immobiliare, ci penserà lui a chiederti i documenti da trovare, ma comunque dovrai essere sempre tu ad andare al Catasto, oppure dove serve per recuperare queste carte. In più, l’agente immobiliare può conoscere un notaio di fiducia a cui rivolgerti per concludere la compravendita. Infine, l’agenzia fa per te le valutazioni sulla possibilità da parte dell’acquirente di pagare effettivamente il tuo appartamento. 

Se l’acquirente apre un mutuo per acquistare quella che era la tua casa, una volta completate tutte le pratiche, se non dovesse pagare il mutuo il problema sarà della banca e non il tuo. Quindi, puoi scegliere di avvalerti di un professionista, oppure puoi fare da solo senza troppe rinunce. 

Devi sapere, però, quali sono i documenti necessari per vendere casa e dove reperirli. Per fortuna, la legge di Stabilità del 2014 stabilisce che è il notaio che deve verificare che tutto sia in regola. Infatti, quando firmerai il rogito, non riceverai subito il denaro della vendita e non dovrai subito dare le chiavi al tuo compratore. 

Questi deve farsi avere dal notaio delle coordinate IBAN, dove dovrà inviare via bonifico il denaro che ti deve più le spese per le imposte. A questo punto, il notaio andrà a registrare il contratto e solo dopo procederà a pagare sia le tasse sia quanto ti deve il compratore per la casa. 

In questo modo sono garantite entrambe le parti: il venditore avrà la certezza che l’immobile è stato pagato con tutte le tasse dovute per legge, mentre l’acquirente saprà che la casa non è soggetta a ipoteche ed era effettivamente del proprietà del venditore prima del rogito.

La lista di tutti i documenti

I documenti necessari per vendere casa sono: 

  • La copia dell’atto notarile dell’acquisto del bene. Si tratta del rogito che il venditore ha firmato quando ha comprato la casa; 
  • La fotocopia del compromesso di vendita, ovvero i primi accordi tra il venditore e il compratore; 
  • La fotocopia dei documenti di riconoscimento e dei codici fiscali sia di chi compra che di chi vende; 
  • La concessione edilizia di prima costruzione, ovvero la concessione che l’azienda che ha costruito quella casa ha chiesto al Comune per mettere la prima pietra; 
  • La documentazione urbanistica, che attesta che l’immobile rispetta il piano urbanistico del Comune dove si trova; 
  • Il certificato di agibilità, con cui garantisci che la casa è sicura dal punto di vista sismico; 
  • I documenti catastali
  • L’attestato di qualificazione energetica
  • Le fotocopie dei bonifici che l’acquirente invia al notaio; 
  • Il regolamento condominiale che l’acquirente deve sottoscrivere quando prende possesso dell’appartamento.

Tutti questi documenti si possono richiedere ai diversi enti: Catasto, Comune dove l’immobile si trova, oppure in casa. Per esempio, atti come la concessione edilizia o il rogito con cui si è acquistato l’appartamento dovrebbero essere sempre conservati. Infine, ci sono dei documenti che hanno bisogno di una valutazione: è il caso della qualificazione energetica, che ha bisogno di un esperto per verificare la classe energetica dell’immobile. 

Per ottenere tutti i documenti necessari per vendere casa, scopri www.ivisura.it. Sul sito, troverai tutte le informazioni sui documenti da portare al notaio e ovviamente potrai cercarli direttamente per ottenerne una copia digitale legalmente valida senza fare la fila e pagare i costi dei diversi uffici pubblici.

Lascia un commento